Nella fase due del COVID 19 dovrebbero riprendere le attività sportive.
La richiesta del bonus 600 ha fatto emergere la numerosità dei soggetti coinvolti e che vivono dello sport.
Si attende entro fine agosto la disciplina del lavoro nello sport: il problema sarà i costo per la copertura assicurativa e previdenziale.
Secondo Fisco sport:
su un compenso di euro 25.000 lordi il carico fiscale ad oggi è di 3.450, se si usa invece una partita iva a forfait il costo delle imposte è pari ad 860 (se start up) o 2.580 se al 15%.
La parte previdenziale è il vero dramma!
Se si andasse verso un inquadramento previdenziale di questo tipo,
il periodo post covid sarebbe insostenibile.
Ci si auspicano defiscalizzazioni contributive importanti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *