Sono contenute nel provvedimento IVASS 8/5/2018, pubblicato in GU n. 121 del 26/5/2018, le modifiche ed integrazioni al Regolamento n. 7 del 13/7/2007, concernente gli schemi per il bilancio delle imprese di assicurazione e di riassicurazione che sono tenute all’adozione dei Principi contabili internazionali di cui al Titolo VIII (bilancio e scritture contabili), Capo I (disposizioni generali sul bilancio), Capo II (bilancio di esercizio), Capo III (bilancio consolidato) e Capo V (revisione legale dei conti), Dl n. 209 del 7/9/2005 (Codice delle assicurazioni private).

Il 18 giugno (il 16 cadendo di sabato) è il termine entro cui dovrà essere versata la prima rata dell’IMU e della TASI dovuta per il 2018. Il versamento è pari al 50% dell’imposta dovuta sulla base delle aliquote e delle detrazioni in vigore nel 2017, tenendo conto di eventuali variazioni intervenute nell’anno in corso. Restano escluse dall’obbligo le abitazioni principali e assimilate diverse da quelle di categoria A/1, A/8 e A/9.

Scade domani 31 maggio il termine per l’invio della comunicazione periodica delle liquidazioni IVA relativa al I trimestre 2018.

Il ministero dell’Economia e delle finanze ha avviato una procedura pubblica di consultazione nazionale sulle proposte della Commissione Ue per la tassazione dell’economia digitale. Fino al 22 giugno cittadini, professionisti, associazioni e università potranno inviare osservazioni e commenti sul pacchetto di misure elaborato dalla Commissione Ue.

L’Inail ha pubblicato avvisi pubblici regionali e provinciali per il bando ISI 2017, che finanziano investimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Per accedere al finanziamento occorre compilare un questionario specifico fornito dal bando del territorio dove è ubicata l’azienda. A seconda delle informazioni sui progetti che si intendono realizzare nel giro dei successivi 12 mesi, vengono assegnati punteggi sulla base di vari parametri . La soglia minima di ammissibilità è di 120 punti. La compilazione della domanda, aperta lo scorso 19 aprile, si chiuderà alle ore 18.00 del 31 maggio 2018. La documentazione richiesta, invece, potrà essere inviata nei successivi 30 giorni.

La risoluzione 37/E del 15 maggio chiarisce che il corrispettivo conseguito per la costituzione del diritto di superficie a tempo determinato, contabilizzato secondo la maturazione contrattuale, concorre alla formazione del reddito d’impresa come ricavo, così come imputato in bilancio, in coerenza con il principio di derivazione rafforzata (articolo 83 del Tuir).

L’INPS con circolare n. 68/2018 ha aggiornato le tabelle degli assegni nucleo familiare. Variano i livelli reddituali e cresce l’assegno, grazie alla variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo rilevata dall’ISTAT tra l’anno 2016 e l’anno 2017. Tale rivalutazione è pari a +1,1%. Le nuove tabelle saranno in vigore dal 1° luglio 2018 fino al 30 giugno 2019

È stato firmato il decreto interministeriale che detta le disposizioni applicative relative al credito d’imposta per spese di formazione 4.0, introdotto dalla legge di bilancio 2018. Il beneficio ha l’obiettivo di supportare e incentivare l’acquisizione di competenze nel campo delle tecnologie 4.0 da parte dei lavoratori dipendenti delle imprese italiane. Il credito è attribuito nella misura del 40% delle spese relative al solo costo aziendale del personale dipendente per il periodo in cui è occupato nelle attività formative agevolabili. E’ riconosciuto fino a un importo massimo di 300 mila euro per ciascuna impresa beneficiaria.

-Fai D.A. te- e’ un servizio che consente di presentare online il modello per accedere alla definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 settembre 2017. La richiesta deve essere inviata entro il 15 maggio, termine ultimo per aderire al meccanismo agevolativo previsto dal Dl 148/2017. Entro il 30 giugno 2018 i contribuenti riceveranno una comunicazione con l’accoglimento della richiesta, l’ammontare degli importi da pagare e le relative scadenze.

Dal 7 maggio è entrato in vigore il nuovo orario prolungato degli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione: gli sportelli degli uffici di Roma, Napoli, Milano e Torino, infatti, saranno a disposizione del pubblico fino alle 16:15, mentre in altre 113 citta’ l’orario sara’ esteso fino alle 14:15, cioe’ un’ora in piu’. Gli sportelli saranno aperti in via straordinaria anche sabato 12 maggio per garantire maggiore assistenza ai contribuenti in vista della scadenza del 15 maggio fissata dalla legge per aderire alla definizione agevolata.