La Pandemia COVID 2019 ha portato a galla tutte le inefficienze del sistema Italia:
fra queste sicuramente il lavoro nero.
Nessun lavoro nero sarà d’ora in poi accettato, considerato il rischio di contagio e la facile ricostruzione del percorso dei positivi legata anche al prossimo uso di app quali Immuni.
E’ tempo di regolarizzazione le cose vanno chiamate con il loro nome: lavoratore autonomo o lavoratore dipedente.
Per i micro imprenditori esistono regimi fiscali di particolare favore
chiamaci e studieremo la ripartenza.
Per i mesi di maggio e giugno speciali condizioni economiche per favorire la ripartenza dell’economia.
rif. Restart
Chiedere della dott.ssa Rigato

Nella fase due del COVID 19 dovrebbero riprendere le attività sportive.
La richiesta del bonus 600 ha fatto emergere la numerosità dei soggetti coinvolti e che vivono dello sport.
Si attende entro fine agosto la disciplina del lavoro nello sport: il problema sarà i costo per la copertura assicurativa e previdenziale.
Secondo Fisco sport:
su un compenso di euro 25.000 lordi il carico fiscale ad oggi è di 3.450, se si usa invece una partita iva a forfait il costo delle imposte è pari ad 860 (se start up) o 2.580 se al 15%.
La parte previdenziale è il vero dramma!
Se si andasse verso un inquadramento previdenziale di questo tipo,
il periodo post covid sarebbe insostenibile.
Ci si auspicano defiscalizzazioni contributive importanti.

Come noto il decreto liquidità consente relativamente alla continuità aziendale di fare riferimento alla continuità esistente al 23/02/2020.
Sostanzialmente se ante 23/02/2020 la tua azienda funzionava, non vi sono problemi di continuità (sulla carta) e clienti fornitori banche dovrebbero scommettere sulla tua sopravvivenza post covid.
La continuità sulla carta non è di facile trasposizione nella realtà!
Sappiamo tutti che post covid l’operatività aziendale verrà stravolta,
la continuità reale è a forte rischio.
Occorre riprogrammare l’azienda,
prendere coscienza degli effetti covid allo stato attuale e prevederne le conseguenze fino al 31/12/2020.
I business plan saranno infattibili, nessuno li chiederà più, in quanto inaffidabili in un contesto così mutevole e di crisi globale.
Occorre tuttavia impostare delle strategie post covid,
ed è quello che stanno chiedendo le banche.
Il nostro studio è dotato di tutti i più moderni mezzi di comunicazione e di assistenza on line!
Allora che aspetti? fissa un appuntamento!
Chiama lo studio il martedì,mercoledì o giovedì
dalle 9.00 alle 13.00
e dalle 15.00 alle 19.00
e fissa un appuntamento web con la dott.ssa Rigato

Il Covid 19 porta con se un problema economico finanziario con il quale dovremo fare i conti per molti anni.
Il decreto liquidità prevede sostanzialmente l’irrilevanza delle perdite 2020 (ai fini liquidatori e dell’obbligo di copertura delle stesse).
Le perdite del 2020 rimarranno tuttavia in capo all’azienda e occorrerà porvi rimedio.
Per questo occorre fin da subito provvedere ad una riorganizzazione aziendale e al monitoraggio di costi, avviando contemporaneamente nuovi business.
Approfitta di questi giorni di non lavoro per organizzare la ripartenza,
usa subito il nostro nuovo servizio:

Promo Post Covid=1 ora di colloquio a 70.00 euro (iva e cassa compresa)
pagamento anticipato prima del colloquio
colloquio on line tramite la nostra piattaforma

# l’Italia che riparte

basta mandare una mail a rigato.elisa@gmail.com
avente ad oggetto # l’italia che riparte promo post covid
e sarai contattato

Conte con il decreto liquidità ha annunciato alle aziende la possibilità di avere fondi.
I tempi non sono così veloci e l’ammontare è variabile al variare di fatturato e costo aziendale.
Se pensi di investire questi soldi per pagare debiti, stai facendo il più grosso errore della tua vita!
Occorre pensare a nuovi business e nuovi modalità di lavorare post COVID 19…. nulla più sarà come prima!

Per la crisi sanitaria hanno chiamato i medici;
per la crisi economica chiama un commercialista.
Usa subito il nostro nuovo servizio
promo post covid: 1 ora di colloquio a 70.00 euro (iva e cassa compresa)
pagamento anticipato prima del colloquio
colloquio on line tramite la nostra piattaforma.
Basta mandare una mail a rigato.elisa@gmail.com
avente ad oggetto # l’italia che riparte promo post covid
e sarai contattato

la pandemia in atto non ci consente di augurare semplicemente una serena Pasqua come tutti gli altri anni.

abbiamo pensato tanto all’augurio da fare a tutti voi.

Come sempre il mondo dei bambini genuino e sincero ci è venuto in aiuto.

Vi riporto pertanto di seguito il nostro augurio di buona Pasqua

Pasqua 2020

Anche quest’anno Pasqua è arrivata
molto diversa da com’è sempre stata:
niente cerimonie né processioni,
ma tanti arcobaleni appesi ai balconi;
niente uscite con parenti ed amici,
via tutto ciò che ci rendeva felici.
Però, pensandoci, la felicità cos’è
se non sentire l’amore intorno a me?
Pasqua è rinascita, è Primavera
e non importa se dal dì alla sera
la porta di casa assomiglia ad un muro,
che è solo un modo per stare al sicuro.
Quello che conta è che la porta del cuore
sia sempre aperta perché passi l’amore!
Buona Pasqua
C. Tattoli

siamo vicini a tutte le imprese e i professionisti che affrontano grosse difficoltà in questo momento
come studio cerchiamo di portare a conoscenza di tutti le poche agevolazioni che ci sono e forniamo aggiornamenti quotidiani
abbiamo deciso di agganciare a questo augurio una “piccola sorpresa” pasquale
mezz’ora di consulenza telefonica volta all’apertura di una nuova attività.
il costo della consulenza non verrà addebitato qualora dal colloquio decidiate di aprire la partita iva entro 30 giorni
per richiedere la consulenza contattare lo studio e fissare un appuntamento con la dott.ssa Rigato
dare come riferimento per l’appuntamento

# l’italia che riparte

lasciare il proprio riferimento mail nr di telefono e l’indicazione dell’attività che vorreste aprire e per la quale chiedete la consulenza

Buona Pasqua

Stop alla responsabilità degli amministratori per la gestione non conservativa della società.
Sospensione, postergazione dei finanziamenti soci oltre il 31/12/2020.
Le aziende con patrimonio netto negativo dovranno chiudere! Questa è l’ultima occasione per finanziare le imprese “spolpate” di risorse.

Rinviato a settembre 2021 il Codice della Crisi

Il credito d’imposta per l’affitto di marzo spetta solo a chi ha pagato il canone.
L’immobile deve essere necessariamente in c/1.
Ma come facciamo a sapere se è in tale classe?
Basta guardare il contratto di affitto!
Non spetta invece a chi ha capannoni in affitto o uffici.

La tenuta del sistema economico e delle filiere dipende abcge da noi, dalla nostra etica della responsabilità e dai nostri comportamenti.
Questo è il tempo della coerenza e della responsabilità, che richiede essere all’altezza, esemplari e consapevoli che i nostri comportamenti saranno parte determinante del futuro che costruiremo.
Rispettare per primi i nostri impegni nei pagamenti, difendere la dignità delle nostre imprese per non far crollare il sistema e difendere quel bene essenziale,che è la fiducia tra di noi fornitori e clienti.