Sono stati 2.877.628 i modelli precompilati trasmessi direttamente dai contribuenti, con una crescita di 448.663 dichiarazioni (+18,5%) rispetto al 2017. E sono aumentati del 50% i 730 precompilati restituiti senza modifiche. Le regioni guida sono Lombardia, Lazio e Veneto.

Da ieri e’ possibile accettare, modificare e inviare il 730 o modificare il modello Redditi (che potrà essere trasmesso dal 10 maggio). A ricordarlo e’ l’Agenzia delle entrate con un comunicato stampa.

Le spese sostenute per l’attività sportiva dei ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni sono detraibili in Redditi pf nel limite di euro 210 per ciascun figlio. Nella spesa è incluso il costo per l’abbonamento periodico o per il tesseramento ad associazioni sportive.

La Commissione europea mette in mora l’Italia sulla tassa regionale sul carburante: sarebbe contraria al diritto dell’Unione. Si tratta dell’ Irba (imposta regionale sulla benzina per autotrazione) in vigore dal 1° gennaio 2012 ammontante a 2 centesimi al litro.

Nell’ambito dell’attività di promozione dell’adempimento spontaneo, l’Agenzia delle entrate ha recentemente stabilito le modalità con cui vengono messe a disposizione dei contribuenti soggetti passivi Iva le informazioni dalle quali risulta la possibile: mancata presentazione della dichiarazione Iva relativa al 2017; presentazione della stessa con la compilazione del solo quadro VA. Le anomalie sono inoltrate all’ indirizzo PEC del contribuente o consultabili nel suo Cassetto fiscale. Gli interessati possono: regolarizzare l’omissione/gli errori commessi tramite ravvedimento operoso; segnalare eventuali elementi, fatti e circostanze non conosciuti dall’Agenzia.

Novità in vista per le partite Iva: il sito pmi.it evidenzia come il Ministero dell’Economia stia studiando un provvedimento che escluda i contribuenti minimi che rientrano nel nuovo regime forfettario dal’ obbligo di fatturazione elettronica e che allarghi la platea di coloro che possono fruire dell’aliquota agevolata al 15% (5% per le startup), alzando il tetto di ricavi annui da 50 mila a 65 mila.

Nel 2017 le segnalazioni di operazioni sospette sono state circa 94.000. Tanto è specificato dall?Unità di Informazione finanziaria nel Rapporto Annuale 2017. Sono in lieve diminuzione rispetto al dato del 2016, 101.000 segnalazioni, anche se bisogna considerare in quel periodo la voluntary disclosure.

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 161 del 13 luglio il decreto legge n. 87/2018. Ecco una panoramica delle misure in vigore. Recupero del beneficio dell’iper ammortamento in caso di cessione o delocalizzazione degli investimenti: se nel periodo di fruizione dell’iper ammortamento i beni agevolati sono venduti o destinati a strutture produttive situate all’estero, anche se appartenenti alla stessa impresa, l’agevolazione goduta deve essere recuperata attraverso una variazione in aumento del reddito imponibile del periodo d’imposta in cui avviene la cessione o la delocalizzazione. Non si applicano sanzioni e interessi. La novità non ha effetto retroattivo, riguarda soltanto gli investimenti realizzati successivamente alla data di entrata in vigore del decreto.

Sempre meno contribuenti scelgono di destinare l?8 per mille dell’Irpef in dichiarazione. Il 56% delle persone fisiche non ha indicato alcuna preferenza. Così i dati diffusi dal Dipartimento delle Finanze.