SONO IRREGOLARI LE COOPERATIVE CON AMMINISTRATORE UNICO O CDA A TEMPO INDETERMINATO

Incontro CONI

La legge di bilancio 2018, ai commi da 1020 a 1025, si occupa del Regolamento Ue sulla privacy n. 2016/679, che diventerà pienamente operativo il 25 maggio 2018. I dati potranno essere trattati senza consenso, ma con un preavviso al garante della privacy, che puo’ bloccare il trattamento. Se non arriva lo stop, allora il trattamento può essere iniziato.

L’art. 35 del codice del terzo settore è già operativo e prevede la presenza presso le associazioni aps di un numero non inferiore a sette persone fisiche, o a tre associazioni di promozione sociale per lo svolgimento in favore dei propri associati, di loro familiari o di terzi di una o più attività di cui all’ art. 5.
Vi invitiamo a inviarci l’elenco soci aggiornato, e a provvedere in tal senso con le opportune delibere di accoglimento di eventuali nuovi soci.

La riforma del terzo settore incide in maniera forte sulla gestione amministrativa dell’associazione.
Stiamo analizzando la riforma e leggendo i chiarimenti a mano a mano che escono.
Vi invieremo nelle prossime settimane continue informative
Vi ricordiamo che è già obbligatorio e partirà dal 01/01/2019 l’art. 14 -gli enti del terzo settore con ricavi rendite proventi o entrate comunque denominate superiori a 100.000 euro annui devono in ogni caso pubblicare annualmente e tenere aggiornati sul proprio sito internet, o nel sito internet della rete associativa, gli eventuali emolumenti, compensi o corrispettivi a qualsiasi titolo attribuiti ai componenti degli organi di amministrazione e controllo, ai dirigenti nonché agli associati.-
È quindi quanto mai opportuno impostare una corretta esposizione dei dati e qualora non abbiate un sito internet impostarne uno basico.
Per assolvere a quest’ultima necessità abbiamo creato un piccolo ufficio marketing che a costi contenuti potrà aiutarvi ad assolvere questo ulteriore onere.
Per info contattate lo studio e dopo aver sentito il bip parlate con l’ufficio marketing

Ai sensi dell’articolo 7, comma 1, lettera b), della L. 488/1999, gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, di restauro e di risanamento conservativo nonché di ristrutturazione eseguiti su fabbricati a prevalente destinazione abitativa sono soggetti all’aliquota del 10%.
L’agevolazione, dopo essere stata prorogata di anno in anno fino al 31 dicembre 2010, è stata definitivamente prevista a regime con la L. 131/2009.
In particolare, gli interventi di manutenzione ordinaria sono quelli relativi alla riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici, nonché quelle necessarie ad integrare e mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti.

Dal 1 gennaio 2018 e’ aumentata la franchigia fiscale per atleti, allenatori e collaboratori dello sport non professionistico.
La quota di indennita’, rimborsi forfetari compensi e premi esente da irpef passera’ dagli attuali 7.500 a 10.000 euro annui.

Il fisco premia le imprese che comprano prodotti in plastica riciclata.
In arrivo un credito d’imposta del 36% sull’ acquisto di beni o strumenti realizzati con materiali derivanti da plastiche miste, provenienti dalla raccolta differenziata degli imballaggi o da selezione di rifiuti urbani.
Il bonus che potrà arrivare fino a 20 mila euro per ciascun beneficiario spetterà per gli anni 2018/2019/2020.